La Rowling svela: Lily e Piton sono cresciuti nella stessa città

By  |  1 Commento

Con il primo momento di Harry Potter e il Principe Mezzosangue su Pottermore, ci ritroviamo a Spinner’s End, nella casa di Piton. Qui J.K. Rowling ci svela dei dettagli interessanti su Cokeworth, la città inglese in cui è situata Spinner’s End.

Da questi particolari scopriamo che la città natia di Severus Piton è anche la città dove è cresciuta Lily e sua sorella Petunia. Ed è proprio qui che zio Vernon decide di venire, quando tenta di scappare con la famiglia dalle lettere di Hogwarts, in Harry Potter e la Pietra Filosofale. Tanti nuovi collegamenti che nei libri non erano espliciti, ma che J.K. Rowling ci regala oggi. Vi lasciamo di seguito alle parole di J.K. Rowling.

Se volete scoprire cos’altro nasconde questo nuovo momento su Pottermore, cliccate qui.

pottermore-principe-mezzosangue-spinner-end

Nuovo da J.K. Rowling

Cokeworth è una città immaginaria delle Midlands inglesi dove Harry pernotta con i Dursley al Railview Hotel. Il nome della città vuole evocare un’atmosfera industriale di duro lavoro e fuliggine.

Anche se la cosa non viene mai esplicitata nei libri, Cokeworth è la città in cui crescono Petunia e Lily Evans e Severus Piton. Quando zia Petunia e zio Vernon cercano di fuggire dalle lettere di Hogwarts, si recano proprio lì. Forse sotto sotto zio Vernon ha la vaga impressione che Cokeworth sia talmente poco magica che le lettere non possano seguirli lì. La sua è una pia illusione, ovviamente: dopotutto la sorella di Petunia, Lily, era diventata una strega di talento proprio a Cokeworth.

È lì, dunque, che si recano Bellatrix e Narcissa all’inizio del Principe Mezzosangue, quando vanno a trovare Piton alla vecchia casa dei suoi. Cokeworth è attraversata da un fiume, e l’immensa ciminiera che sovrasta la casa di Piton è testimone della presenza di almeno una grande fabbrica, circondata da molte stradine su cui si affacciano le case degli operai.

© J.K. ROWLING/POTTERMORE LTD.

Sulla storia tra Lily Evans e Severus Piton…

Vi ricordiamo che nel 2008, dopo la pubblicazione di Harry Potter e i Doni della Morte, la Rowling aveva risposto a diverse domande dei fan, tra cui alcune riguardanti il rapporto tra Lily e Piton. Ve le riproponiamo qui di seguito.

Lily ha mai ricambiato i sentimenti di Piton?
Sì. Potrebbe anche essere stata innamorata di lui (di certo gli voleva bene come amico) se lui non avesse amato così tanto la magia oscura, e non avesse frequentato gente così poco raccomandabile.

Lily odiava Mulciber e Avery. Se Piton l’amava davvero, perché non ha rinunciato a loro per lei?
E’ questa la tragedia di Piton. Se fosse potuto tornare indietro non sarebbe più diventato un mangiamorte, ma come tante persone insicure e vulnerabili (come Codaliscia) voleva sentirsi parte di qualcosa di grande e potente. Voleva Lily ma voleva anche Mulciber. Non ha mai capito davvero l’avversione di Lily: era così accecato dalla sua attrazione per il lato oscuro che pensava che Lily l’avrebbe trovato affascinante se fosse diventato un vero mangiamorte.

Pensi che Piton sia un eroe?
Sì, ma un eroe pieno di difetti. Un antieroe, forse. Non è un uomo molto simpatico. Rimane piuttosto crudele, aggressivo, ingiusto, pieno di insicurezze e amarezze. Eppure ha amato, e ha mostrato lealtà a quell’amore.

Perché nessuno sapeva che Lily e Piton erano amici a scuola, James non sapeva del loro passato?
Sì, era noto a tutti che i due fossero amici, e poi avessero litigato. James aveva sempre sospettato che Piton avesse sentimenti profondi per Lily, e questo era un motivo del comportamento di James verso Piton

Chiacchieriamo!