Nomen Omen: il Signore Oscuro e i Mangiamorte

By  |  2 Commenti

Nella diciassettesima puntata della rubrica non potevo non parlare di loro, Lord Voldemort e i suoi fidi Mangiamorte. Sapete perché il numero 17 porta sfortuna? Per prima cosa scrivetelo con i numeri romani: XVII. Ora anagrammate i quattro caratteri che lo compongono: VIXI. In latino “vixi” è il passato del verbo vivere (“sono vissuto”) ed era utilizzato come iscrizione tombale.

mangiamorte

Tom Marvolo Riddle (Tom Orvoloson Riddle)
Tom è un diminutivo di Thomas, nome di origine greco-aramaica significante “gemello”. Come sappiamo Harry e Tom hanno bacchette “dai nuclei gemelli”, ovvero la piuma di fenice. È un nome molto comune, che ha ereditato dal padre babbano, ed è il modo in cui Silente continua a chiamarlo, dimostrando di non avere paura del suo ex-allievo. Marvolo deriva da “marvelous” ossia “prodigioso”. È particolarmente abile nell’uso della magia non verbale e senza bacchetta, “parla” il Serpentese ed è un eccellente occlumante e legilimente. Ha ereditato il secondo nome dallo zio mago Marvolo Gaunt. Riddle significa “enigma”. I piani del Signore Oscuro sono un vero mistero per l’Ordine della Fenice ed Harry. L’anagramma del suo nome è “I am Lord Voldemort”. Dalla traduzione italiana “Son io Lord Voldemort” deriva anche la necessità di mutarne il secondo nome in Orvoloson. Voldemort invece deriva dal francese e significa “volo di morte”. Come sappiamo è in grado di volare senza l’ausilio di una scopa. Tu-Sai-Chi o Colui-Che-Non-Deve-Essere-Nominato è il personaggio che più di tutti utilizza il proprio nome come un’arma del terrore. Ma come ben sappiamo “la paura di un nome non fa che incrementare la paura della cosa stessa”. La Rowling ci ha insegnato a combattere le cose iniziando a chiamarle con il loro nome.

Oltre alla ferventissima e adorante Bellatrix Lestrange, alla famiglia Malfoy e Peter Minus, ci sono molti altri adepti al club più esclusivo ed oscuro del mondo magico…

Alecto & Amycus Carrow
Nella mitologia greca Alecto è una delle Erinni, o Furie, personificazione della vendetta e del tormento, crudele e assetata di sangue. Amycus è invece il figlio di Poseidone e Melia, o più semplicemente deriva dal latino “amico”…ovviamente è ironico, dato che è tutt’altro che amichevole. Carrow è un locativo.

Bartemius “Barty” Crouch Jr.
Bartemius deriva da Bartimaeus (Bartimeo) nome di orgine greco-aramaica significante “figlio onorabile”. Crouch è una variante del cognome inglese Cross.

Pius O’Tusoe (Thicknesse)
Pius deriva dal latino “pio” ed è il nome di numerosi pontefici (molti dei quali sostenitori dell’Inquisizione). Ironicamente mentre l’Inquisizione perseguitava i presunti stregoni, il personaggio qui presente perseguita i babbani. Thicknesse è composto da “thick” (fitto) e “nessye” (lingua in proto-germanico). Il ministro è autore di una pressante propaganda antibabbana. La traduzione O’Tusoe fa riferimento alla parola “ottuso”.

Igor Karkaroff
Igor deriva dallo scandinavo Ingvar, ovvero “protetto da Ing (dio dell’agricoltura)”. È un nome ricorrente nella filmografia horror. Karkaroff è un misto di turco e russo, traducibile all’incirca con “vagabondo e appartenente a sé stesso”.

Chiacchieriamo!

2 Commenti
  1. sevy

    19 Aprile 2014 at 16:16

    Mangiamortina cara!! Tu che scrivi dei mangiamorte è… bellissimo e toccante *-* E ovviamente, come sempre sei molto ben documentata e scrivi benissimo. Fantastica!! <3

    • Merida DunBroch

      24 Aprile 2014 at 16:37

      grazie collega ;-P