Nomen Omen: la famiglia Weasley

By  |  1 Commento

Oggi parleremo della mitica famiglia Weasley e del paesino in cui vivono, Ottery St.Catchpole.
Come già anticipato nella scorsa puntata il cognome fa riferimento alla donnola, un piccolo carnivoro dal pelo rossiccio e molto prolifico. I simpatici maghi, non a caso, vivono in una umile dimora detta La Tana (The Burrow). I loro nomi, molti dei quali facenti riferimento alle leggende del ciclo arturiano, sono piuttosto comuni, ma hanno significati molto importanti. Alla famiglia Weasley non mancano coraggio e nobiltà d’animo proprio come agli eroi tradizionali della letteratura cavalleresca.

La Tana

Arthur:
Nome dall’origine complessa, può essere ricondotto al celtico “orso”, animale simbolo di protezione. Il mago farebbe di tutto per proteggere la sua numerosa famiglia e accoglie Harry a braccia aperte. In secondo luogo, come non pensare al leggendario re Artù e ai cavalieri della Tavola Rotonda? I giovani Weasley seguono l’esempio paterno così come i cavalieri si schierano al fianco del loro amato sovrano.

Molly:
Diminutivo vezzeggiativo inglese di Maria, deriva dall’egizio “amore”. La signora Weasley è la mamma per eccellenza, amorevole, accogliente, coraggiosa e anche severa quando serve.

William Arthur detto Bill:
Derivante dal germanico può essere inteso come “desiderio di protezione”. Il figlio maggiore, esattamente come suo padre da cui prende il secondo nome, porta con sé l’idea di protezione.

Charles detto Charlie:
Di origine tedesca significa “uomo libero”. Tra tutti i Weasley è forse il più avventuroso, infatti dedica la propria vita ai draghi.

Percy Ignatius detto Percy:
Percy, inteso come diminutivo del nome francese antico Percival, significa “che attraversa la valle”. Percival era un noto cavaliere della Tavola Rotonda. Ignatius deriva invece dal latino “ardente”. Percy ha un carattere più impulsivo e per un certo periodo prende le distanze dalla famiglia, quasi cercasse la propria strada altrove, ma poi vi fa ritorno.

Fred:
Diminutivo del germanico Frederick significa “governatore pacifico”.

George:
Deriva dal greco e significa “agricoltore”.

I nomi dei gemelli indicano figure sociali agli antipodi: il sovrano e il contadino. Ciò potrebbe significare che tutti gli uomini sono uguali, proprio come i volti dei due gemelli.

Ronald Bilius detto Ron:
vedi scorsa puntata

Ginevra Molly detta Ginny:
Nome di origine gallese significante “pura e docile”, proviene anch’esso dalle leggende arturiane. La regina Ginevra era la moglie di re Artù, ma perdutamente innamorata del cavaliere Lancillotto. Se volessimo costruire un parallelismo tra la saga potteriana e il ciclo arturiano potremmo dire che anche la nostra Ginny (effettivamente ben poco docile, dato il suo carattere deciso) è innamorata dell’impavido cavaliere di turno, ossia Harry.

Ottery St.Catchpole:
Si tratta di un paesino nel Devon che ospita sia maghi sia babbani. Ben quattro famiglie della saga abitano in questo luogo: i Weasley, i Lovegood, i Diggory e i Fawcett. Ottery deriva da “otter” (lontra), mentre Catchpole significa “vicesceriffo”. Il suo nome è ispirato a quello di un paese realmente esistente, Ottery St.Mary.

Chiacchieriamo!