David Heyman parla del rinvio del Principe Mezzosangue

By  |  5 Commenti

In una nuova intervista, il produttore David Heyman si confessa dispiaciuto per il posticipo del sesto film della saga, Harry Potter e il Principe Mezzosangue, ma anche fiducioso per il successo che riscuoterà. Inoltre, ha svelato qualche segreto sui film Harry Potter e i Doni della Morte parte 1 e parte 2.

Di seguito l’articolo a cura dei nostri amici di BadTaste. Grazie a GiulyLily93 per averci segnalato la notizia.

 

Avrei preferito che il film uscisse a novembre, anche perché era pronto; ma il fatto è che, in parte a causa dello sciopero degli sceneggiatori, la Warner non aveva film da far uscire l’estate prossima. Quest’anno avevano già avuto Batman, che era stato un successo ancor più grande del previsto, quindi sono venuti a dirmi: “David, vogliamo spostare Harry Potter.” 

La Warner è stata molto buona con noi: ci hanno dato molti soldi e molta indipendenza. E’ incredibile l’indipendenza di cui godiamo in questi film. Ci danno i soldi, leggono solo una bozza di sceneggiatura. Sono io a scegliere il regista, facciamo il film, loro vengono in visita sul set. Gli mostriamo un montaggio parziale, loro lo apprezzano, ci danno qualche indicazione, noi cambiamo le cose che vogliamo cambiare. Facciamo un solo test screen e glielo mostriamo, e poi esce il film. Ci hanno sostenuto tantissimo, e ora noi dobbiamo sostenere loro. Dovevano farlo: è una questione di business.

[ad]

Per un creativo è frustrante: dopo aver terminato un progetto vorresti metterlo da parte prima di passare al successivo, e invece il sesto film dovremo tenerlo nel cassetto fino a luglio, e inoltre dovremo interrompere per una settimana le riprese del settimo per fare la promozione del sesto. Non è proprio l’ideale; d’altronde la Warner ha il mio pieno sostegno, perché come ho detto, loro ci danno la libertà per fare questi film, e pagano un sacco di soldi.

Il film è completato. Stiamo procedendo al montaggio, e dobbiamo ancora cambiare una piccola cosa, ma in realtà, se il film dovesse uscire domani, saremmo pronti. Un problema che si è presentato è la sicurezza: non realizzeremo un montaggio completo fino al momento di stampare le copie finali, circa sei settimane prima dell’uscita del film. La pirateria è un grosso problema.

La decisione non ha influito sulla tabella di marcia degli ultimi due film, le due parti di Harry Potter e i Doni della Morte, le cui riprese inizieranno a febbraio.

La cosa strana per i fan è che in ogni caso ci sarebbero stati due anni di buco. Ci sarebbero stati due anni tra HP6 e HP7/1, e invece così ci sono due anni tra HP5 e HP6. Al momento i due film dei Doni della Morte sono previsti per novembre 2010 e per l’estate 2011.

Harry Potter e il Principe Mezzosangue sarà rilasciato il prossimo 17 Luglio 2009. Harry Potter e i Doni della Morte, diviso in due film, nelle sale cinematografiche il prossimo novembre 2010 e maggio 2011.

Chiacchieriamo!

5 Commenti
  1. davide

    2 Novembre 2008 at 19:24

    notate come sottolinea la cosa che la warner bros gli ha dato un sacco di soldi…. vuol dire che glien’ha dato veramente tanto di denaro

  2. TonksXraj

    2 Novembre 2008 at 20:28

    infatti…comunque dopo aver letto questo articolo ho finalmente capito la vera ragione dello spostamento del principe

  3. GiulyLily93

    2 Novembre 2008 at 20:59

    sì,infatti… finalmente si capisce perché l’hanno posticipato…

  4. Emanuele

    3 Novembre 2008 at 07:39

    Bene dai, un po’ di “note positive”!! Cmq era comprensibile che fosse a causa dello sciopero dei sceneggiatori ad Hollywood! 😉 C’avevamo azzeccato!

  5. JacobRcH

    3 Novembre 2008 at 11:17

    Ragazzi, non è affatto per lo sciopero degli sceneggiatori, ve lo dico io 😉
    Ciao ciao!