GiratempoWeb Forum

Harry Potter => Harry Potter e il Calice di Fuoco => Topic iniziato da: Averyn su 10 Giugno 2018, 05:13:13 pm



Titolo: Cosa sarebbe successo se Harry si fosse rifiutato di partecipare?
Post di: Averyn su 10 Giugno 2018, 05:13:13 pm
Ragazzi, da Potterheads depressa mi sono riletta tutti i libri perché sì XD ora, il 4 libro è stato da sempre il mio preferito della saga insieme al 7, ma...Arrivata al capitolo della selezione dei Campioni mi sono fatta sta domanda esistenziale: che sarebbe successo se Harry ( o un altro campione, fate vobis) si fosse rifiutato di partecipare? Sappiamo che una volta che si viene "nominati" dal Grande Fratello magico, non ci si può rifiutare e si deve prendere parte al gioco per forza, ma...In quali termini? Sarebbe morto? Gli sarebbero cresciute le pustole su tutto il corpo costringendolo a grattarsi senza tregua per 6 mesi? Soprattutto considerando il fatto che nessuno ce lo voleva, nemmeno lui ce lo voleva, eppure non si spiega D:


Titolo: Re: Cosa sarebbe successo se Harry si fosse rifiutato di partecipare?
Post di: Hermione Jane Granger su 10 Giugno 2018, 09:10:58 pm
Questa è una domanda interessante :noncapisco:
Secondo me una prima distinzione importantissima da fare è tra Harry e gli altri campioni. Harry non ha messo il suo nome nel calice, ma quelli che l'hanno fatto erano consapevoli del loro gesto, e di non potersi tirare indietro dalle conseguenze di esso. Mettere il proprio nome nel Calice di Fuoco è già "un contratto magico vincolante", quindi credo che gli altri sarebbero stati in una posizione estremamente più spinosa, in caso avessero voluto tirarsi indietro.

Riguardo alla punizione... non credo che il Calice abbia un meccanismo di "punizione automatica", ma che rappresenti più che altro un documento importante. Se Harry si fosse tirato indietro, non credo che il Calice avrebbe mandato su di lui la peste bubbonica, o l'avrebbe colpito con una maledizione. Credo che ci siano in gioco un sacco di fattori, tra i quali la credibilità del Ministero, per i quali viene detto che non ci si può tirare indietro. Ma credo anche che se Harry si fosse rifiutato categoricamente di partecipare, non gli sarebbe accaduto nulla personalmente.

Penso anche che alcune delle persone intorno a lui ne fossero consapevoli, ma che abbiano preferito farlo gareggiare comunque per diverse motivazioni:
1) Brutta figura del Ministero in caso di recesso / danni alla credibilità pubblica in caso di mancata punizione per il rifiuto della decisione del calice (es. nel caso di Barty Crouch)
2) Banalissimamente, la volontà che Harry partecipasse al torneo per i piani di Voldemort (es. Barty Crouch Jr. nei panni di Malocchio)
3) Volontà di capire chi ha messo il nome di Harry nel calice e quindi chi sta cercando di incastrarlo / come usare queste informazioni per proteggere la scuola e sconfiggere Voldemort. L'unico modo per spingere il "colpevole" a tradirsi è far andare avanti Harry il più possibile, monitorando la situazione senza farsi accorgere (es. nel caso di Silente e Piton)
4) Volontà educativa. Far capire a Harry che, anche se spesso non vogliamo che qualcosa accada proprio a noi, a volte la situazione è fuori dal nostro controllo. Quindi farlo partecipare, cercare di proteggerlo e di fargli capire che può utilizzare le sue risorse anche nelle situazioni difficili e indesiderate uscendone con i propri mezzi (es. ancora Silente)

In tutto questo, secondo me l'unica senza doppi fini è la McGranitt, che è infatti è quella che protesta in modo più energico, ma che alla fine si fida di Silente e cerca di proteggere Harry come può.
Concludendo il papiro :rotolo: è principalmente questione di politica ;)


Titolo: Re: Cosa sarebbe successo se Harry si fosse rifiutato di partecipare?
Post di: Ma_AiLing su 14 Giugno 2018, 11:58:50 am
Hermione xD si, la politica e la strategia di Silente sono decisamente delle buone motivazioni.

Secondo me molta importanza ha anche il contratto magico con il calice. Avete presente Jumanji? Una volta che hai iniziato non puoi uscire fino alla fine del gioco. Io ho sempre pensato che in qualche modo il calice avrebbe coinvolto i campioni scelti nelle prove anche se si fossero rifiutati. È vero che le prove sono organizzate dalle scuole, ma in qualche modo la magia del calice avrebbe fatto si che il campione venisse coinvolto. Questo se crediamo che sia un potente oggetto magico, ovviamente. E allora, piuttosto che essere inseguiti dalle prove, meglio parteciparvi xD
Ma c'è da dire anche che i Maghi sono particolarmente attaccati alle tradizioni e in un certo senso secondo me anche alla parola data. Anche il Voto Infrangibile si basa sulla parola (anche se lì rischi di morire), chissà, magari con il Calice è lo stesso. In fondo è un oggetto antico, e la scelta di inserire il proprio nome è del singolo partecipante che conosce i propri limiti e capacità.


Titolo: Re: Cosa sarebbe successo se Harry si fosse rifiutato di partecipare?
Post di: Hermione Jane Granger su 14 Giugno 2018, 12:54:44 pm
Avete presente Jumanji?

Questo, secondo me, è un esempio azzeccatissimo :D
Il Calice viene descritto come un oggetto magico potentissimo e senziente, quindi probabilmente, come dice Ail, i campioni sarebbero stati coinvolti nelle prove, volenti o nolenti. Per Harry, direi che mi sono già espressa abbastanza sull'argomento :rotolo:


Titolo: Re: Cosa sarebbe successo se Harry si fosse rifiutato di partecipare?
Post di: Averyn su 14 Giugno 2018, 11:45:47 pm
Ma infatti su Harry io non mi pronuncerei, è un caso già raro di suo, la mia perplessità è soprattutto a livello di trama e del funzionamento del regolamento in sé: sono d'accordo su quello che ha detto Ail, anzi praticamente ho sempre pensato questo dando evidentemente per scontato una serie di altri fattori, ma le uniche parole che mi tornano in mente sono quelle di Silente nel capitolo del Calice di Fuoco: "ribadiamo che il contratto magico è vincolante e una volta che si è inseriti il nome del calice non si può tornare indietro", ed è un concetto che ribadisce 2/3 volte, senza però mai andare oltre. E mi stupisce anche un po', perché la Rowling ha sempre spiegato le conseguenze delle azioni e degli incantesimi nel mondo magico, tipo orologio, riuscendo a incastrare sempre tutto, e ora mi chiedo, perché non questo? Insomma, mi sembra un'informazione abbastanza cruciale soprattutto in vista che Voldemort deve tornare eccetera! Sulla reputazione del Ministero non mi pronuncio, quoto Herm e fra l'altro mi sembrano osservazioni tutte piuttosto pertinenti.


Titolo: Re: Cosa sarebbe successo se Harry si fosse rifiutato di partecipare?
Post di: CloakJinx159 su 15 Giugno 2018, 10:06:50 am
A me viene in mente il lancio del guanto che fa un cavaliere quando deve sfidare un altro cavaliere.
Se non lo prende non gli succede niente ma è un disonore enorme nei confronti dello stesso sia non prenderlo che prenderlo ma non presentarsi al duello.

Non so se sia solo un fattore di onore e di reputazione anche per ciò che riguarda il Calice di Fuoco ma essendo un oggetto antico... medioevale per giunta, mi viene da pensare che il concetto sia simile.
A quei tempi nessuno aveva il coraggio di ritirarsi da un torneo e stiamo parlando di cavalieri babbani, per i maghi sarà stato la stessa cosa.
Poi, con il passare del tempo, tra i babbani queste tradizioni sono cadute in disuso ma non tra i maghi che sono rimasti all'età antica tanto da fare ancora tornei tra i vari castelli... che ora sono scuole ma il concetto dovrebbe essere il medesimo.

Per ciò che riguarda punizioni o maledizioni... per Diana, stiamo parlando di studenti. xD Se quell'oggetto mette seriamente in pericolo la vita degli studenti non sarebbe di certo usato solo per un torneo. Onore e gloria per chi vince si... ma al prezzo della vita no!
Interessante è la versione di Ail. Sarebbe un po' una cattiveria ma in effetti ci hai pensato, l'hai inserito e mo partecipi! Però non ne sono totalmente sicuro.

Non so, a me piace pensare un po' più positivo. xD


Titolo: Re: Cosa sarebbe successo se Harry si fosse rifiutato di partecipare?
Post di: Maggydrake su 15 Giugno 2018, 07:35:13 pm
Ma no io non penso si tratti di qualcosa che gli succede fisicamente (figuriamoci la morte xD) ma che sia proprio come un contratto normale. Però in effetti quali potrebbero essere i termini, deve pagare dei soldi? E' un po' strano a-a In linea generale sono d'accordo con Herm :)


Titolo: Re: Cosa sarebbe successo se Harry si fosse rifiutato di partecipare?
Post di: SARAH su 16 Giugno 2018, 07:26:14 am
Secondo me non avrebbe potuto lasciare Hogwarts finché non partecipava al torneo tremaghi. Però ovviamente lui sarebbe stato contento di non tornare più dai Dursley XD