Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.giratempoweb.net/home/forum/Sources/Load.php(463) : runtime-created function on line 3

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.giratempoweb.net/home/forum/Sources/Load.php(463) : runtime-created function on line 3
Stampa la Pagina - Cap.1 - Primi cenni sulla Trasfigurazione

GiratempoWeb Forum

Libri per le lezioni => Guida Pratica alla Trasfigurazione di Emeric Zott => Topic iniziato da: Emeric Zott su 08 Ottobre 2016, 03:34:04 pm



Titolo: Cap.1 - Primi cenni sulla Trasfigurazione
Post di: Emeric Zott su 08 Ottobre 2016, 03:34:04 pm
Cap.1 - Primi cenni sulla Trasfigurazione


È definita “Trasfigurazione” l’antica pratica magica che agisce sulla forma e/o sull’aspetto di un dato essere animato o inanimato. Essa muta la struttura molecolare del soggetto, alterandone ogni singola caratteristica e variandone le sembianze.

La Trasfigurazione è inoltre una delle poche discipline magiche, unitamente alle Pozioni, che non richiede esplicitamente l’uso d’incantesimi o formule, sebbene non ne sia del tutto priva. Necessita infatti di una grande concentrazione e determinazione, poiché il minimo errore può risultare fatale. Per questo bisognerebbe sempre poter contare innanzitutto sulla propria forza mentale: senza di essa è facile entrare nel panico e commettere errori perfino irreversibili.
Quando si Trasfigura, è importante eseguire movimenti di bacchetta fermi e precisi. Non bisogna ondeggiare o roteare la bacchetta inutilmente, o la Trasfigurazione non avrà successo.
Sarà poi necessario prestare la massima attenzione al soggetto preso in considerazione, poiché maggiori sono le caratteristiche che esso espone e più risulterà complesso trasfigurarlo.

Per prima cosa, la differenza tra essere animato e inanimato è notevole, come lo è quella che intercorre tra vegetali, animali ed esseri umani. In pratica, maggiore sarà la resistenza mentale che è propria del soggetto della Trasfigurazione, maggiori saranno le difficoltà che il mago o la strega incontreranno nell’esercizio dell’incantesimo. Vi è inoltre la componente massiforme del soggetto stesso poiché, al suo aumentare, aumenteranno anche le possibilità di errore.
Poniamo ad esempio una penna d’aquila e un’aquila impagliata: vi saranno meno difficoltà nel tentare una Trasfigurazione sul primo soggetto piuttosto che sul secondo poiché, nonostante siano entrambi privi di coscienza, il primo avrà una massa minore rispetto al secondo. Se si avessero un’aquila impagliata e un esemplare vivo della stessa creatura, entrambi i soggetti avrebbero la stessa massa ma il secondo tenterebbe di opporre resistenza a causa della sua coscienza di essere vivente. Nello stesso caso, si avrebbero maggiori possibilità di trasfigurare un piccolo di aquila piuttosto che un esemplare adulto, poiché la sua resistenza mentale sarebbe meno intensa.

È possibile riassumere quanto suddetto nel Teorema della Trasfigurazione:

(W*C)
T= -------- * Z^n
(V*A)

dove la Trasfigurazione intesa (T) è sottoposta all’influenza diretta della massa corporea del soggetto (A), della sua resistenza mentale (V), ed è inoltre soggetta al potere della bacchetta (W) e alla concentrazione applicata (C). Vi è inoltre un’altra variabile, che viene identificata con la potenza magica di chi esegue la Trasfigurazione (Z), alla quale è applicata una potenza ennesima (n) che e determinata dall’esperienza maturata.

La Trasfigurazione è, ad ogni modo, la disciplina magica sottoposta alla maggiore quantità di restrizioni, imposte sia dalla legge sia dalla natura stessa. I maghi che hanno maturato le capacità per trasfigurarsi coscientemente in animali (detti Animagi) devono in alcuni casi registrarsi presso il Ministero della Magia dello stato in cui si trovano, poiché una tale capacità può essere utilizzata per fini poco nobili quali lo spionaggio o la criminalità.

La Trasfigurazione Umana è in ogni caso sia la mutazione che permette più variazioni sia quella che nasconde la maggior concentrazione di pericoli.
La prima regola fondamentale é che la Trasfigurazione é sempre possibile sia su se stessi sia su terzi, sebbene il soggetto trasfigurato assumerà le capacità intellettive di ciò in cui è stato mutato. Se si considera la Trasfigurazione di un sassolino in una chiocciola, questa avrà le capacità che le consentirebbero di muoversi, mangiare e respirare: sarebbe a tutti gli effetti una chiocciola, e si comporterebbe alla maniera delle sue simili. Al contrario, se scegliessimo di mutare la chiocciola in sassolino, questa perderebbe sia il suo aspetto animale sia la sua coscienza: in pratica smetterebbe di aver bisogno di respirare, muoversi o pensare, poiché ogni sua parte assumerebbe le caratteristiche proprie del sassolino.
La stessa regola vale per la Trasfigurazione vegetale, così come per quella Umana. Per questa ragione, il mago o la strega che sceglie di Trasfigurarsi in un animale, una pianta o in un essere inanimato ha assoluto bisogno di qualcuno che lo Detrasfiguri, poiché l’essere umano assumerebbe la coscienza animale, vegetale o inanimata del risultato della propria autoTrasfiguzione.

Il caso degli Animagi è da trattare in diversa maniera, perché il mago muta solo il proprio aspetto mantenendo intatta la propria coscienza magica. Lo stesso concetto è applicabile ai Metamorfomagus, i quali sono in grado di mutare solo parte del proprio aspetto fisico mantenendo perciò intatte le proprie caratteristiche mentali.

Un altro fattore che influisce notevolmente sulla riuscita di una Trasfigurazione é, senza dubbio, la somiglianza per aspetto o caratteristiche del soggetto da trasfigurare con il risultato voluto: è più facile utilizzare un essere munito di guscio, poiché la cui composizione ossea può essere associata alla durezza di una ciotola in ceramica o vetro, così come un morbido cuscino di pelo può diventare più facilmente un coniglio o un porcellino d’India. Vi sono infine le maggiori restrizioni, che sono state stilate nelle Cinque Principali Eccezioni alla Legge di Gamp sulla Trasfigurazione degli Elementi: non è possibile infatti Evocare cibo, denaro, amore, informazioni o vita.



- Informazioni rielaborate da NightMagic191 e revisionate da Hermione Jane Granger