GiratempoWeb Forum

Harry Potter => Harry Potter e i Doni della Morte => Topic iniziato da: Bree Tanner su 27 Gennaio 2012, 06:10:00 pm



Titolo: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: Bree Tanner su 27 Gennaio 2012, 06:10:00 pm
Riprendendo il titolo dell’ipotetico libro scritto da Rita Skeeter, indovinate un po’ di chi si discute in questo topic???  Shocked


E’ senza dubbio uno dei migliori della saga, davvero ben fatto e per questo motivo è diventato uno dei più amati dell’intera saga.
E’ ammirevole il fatto che una persona capisca i propri errori e torni sulla via del bene, Piton non ha fatto altro che cercare di rimediare all’errore dell’uccisione di Lily. Ora, partendo dal suo comportamento: capisco che doveva esser cattivo per recitare al meglio la sua parte, ma cattivo fino a che punto? Poteva benissimo recitare la sua parte essendo molto meno scontroso e odioso con Harry e con il resto di Hogwarts alunni e professori compresi: con gli alunni era la persona più odiosa del mondo.E’ logico che lo facesse perchè rivedeva in lui il padre, questa è una bambinata bella e buona perchè se una persona è davvero innamorata di un’altra la lascia andare per la strada che la rende più felice, ma lui non lo ha fatto, anzi diciamo che Lily l’ha fatta scappare lui frequentando Mangiamorte.
Poi, svela a tutti la verità su Remus togliendo la cattedra solo perchè era un Malandrino e Lupo Mannaro.
Cosa ne pensate?
Poi, al di là dell’atteggiamento, alla fine della saga voi come l’avete giudicato? Avete totalmente cambiato idea su di lui oppure vi siete limitati ad apprezzarne il coraggio e l’amore verso Liy senza cambiare opinione su di lui? (magari le ragazza sognando ad occhi aperti un tizio del genere? xD)

A voi la parola Giratempini!


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: Holly su 27 Gennaio 2012, 07:39:00 pm
Piton era troppo orgoglioso per poter essere dolce con Harry.
Amava Lily ma odiava James e quando vedeva Harry comportarsi proprio come suo padre, gli partiva l’embolo.
Lo capisco benissimo. Di meglio non poteva fare.


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: icon su 08 Febbraio 2012, 04:27:00 pm
Canaglia. Bisogna avere il coraggio di manifestarsi al momento giusto! Bisogna aver coraggio di essere sinceri con tutti e non fare i doppiogiochisti! Bisogna aver coraggio di confrontarsi con tutti, se necessario!
E’ stato utile, anzi indispensabile, ma non mi sento di perdonarlo per il suo modo orribile di vivere!


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: @leparty su 10 Febbraio 2012, 12:26:00 pm
Quoto te, Bree, e anche Icon.
Difficile, davvero difficile, da dire, ma trovo canaglia.
Perchè in fondo sì, mi sono limitata ad apprezzarne il coraggio e l’amore nei confronti di Lily alla fine di tutta la storia. E’ un personaggio veramente complesso, e la prima volta che ho letto i libri mi stava veramente sul cavolo. Poi, solo poi, ho rivisto un po’ la mia versione, soppesando tutto. Perchè... non si può non considerare che abbia fatto tante cose per Harry, per cercare, a suo tempo, di proteggere Lily... eppure non ha fatto abbastanza. Secondo me... in un certo senso lo ha fatto solo per mettersi il cuore in pace per aver scelto la strada sbagliata quando poteva invece fare una scelta diversa... non che ci sia riuscito. Mi spiace che abbia vissuto per tutta la sua vita con un tormento nel cuore... non è mai stato felice, per me.
Ma doveva rivelarsi quando ne aveva l’opportunità. Ricordo le parole di Silente... "Quindi, vuoi che nasconda la parte migliore di te?"
Già. A quella domanda avrebbe dovuto rispondere di no, secondo me, anche se forse non sarebbe più stato il Piton che conosciamo...


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: AliceWeasley su 10 Febbraio 2012, 01:22:00 pm
Io sinceramente lo vedo più come Santo che come Canaglia, è stato sempre dalla Parte di Harry. Certo lo "odiava", ma in cuor suo è sempre stato pronto a proteggerlo. Secondo me non avrebbe mai potuto trattare bene Harry, per non infierire sul suo ruolo da doppiogiochista.
Prima davvero lo odiavo, ma dopo, quando ho letto Tutta la storia, l’ho compatito.


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: maicr su 10 Febbraio 2012, 02:01:00 pm
mmm... allora.. definirlo santo mi sembra proprio eccessivo.. cioè.. è stto una canaglia per 6 libri e mezzo!! e poi mi ha ucciso Silente!! d’accordo che glielo aveva chiesto lui e tutto quello che volete.. però v.v lo ha ucciso! e non posso perdonarglielo.. ah.. poi  si è anche fatto scappare che lupin è un lupo mannaro.. e non ha voluto sentire ragioni su Sirius rischiando di farlo sottoporre al bacio dei dissennatori..
e poi diciamocela tutta.. va bene che era innamorato di lily.. però se l’è un po’ cercata.. ha cominciato a frequentare i mangiamorte e allora lei ha guardato "altrove".. e poi l’ha chiamata mezzosangue.. voi insultereste la persona che amate? non lo so.. sicuramente è uno dei personaggi meglio costruiti di tutta la saga.. in più è stato anche interpretato egregiamente nei film.. però non per questo deve essere ricordato come un santo.. è stato sicuramente un eroe.. come dice harry uno dei presidi più coraggiosi di hogwarts.. ma solo sotto certi punti di vista..


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: AliceWeasley su 10 Febbraio 2012, 02:05:00 pm
Beh si effettivamente santo è un po’ troppo eccessivo..ma dopo quello che ha fatto definirlo solo come canaglia..no dai


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: Holly su 10 Febbraio 2012, 02:11:00 pm
Diciamo che non è nè Santo nè Canaglia.


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: Padcor su 13 Febbraio 2012, 04:24:00 pm
Io non lo indentificherei in nessuno dei due termini, perchè non è mai stato nè canaglia nè santo, per me. Sinceramente, il fatto che sia stato spiegato il suo comportamento, nel settimo libro, non me l’ha fatto per niente amare, sebbene abbia vissuto nel rischio e nel dolore per così tanti anni. E poi, non l’ha mai fatto per Harry, ma sempre e solo per Lily, se non fosse stato per lei, lo avrebbe anche ucciso, quindi diciamo che è tutto merito di Lily e della sua amabilità Surprised


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: icon su 22 Aprile 2012, 12:57:00 pm
quoto alla grande maicr... uno può non saperci fare con le ragazze, ma Piton  proprio "l’anti latin lover!!!" cioè... bisogna essere tuonati forte per comportarsi così! e poi... lavarsi e vestirsi decentemente non guasterebbe.... e magari fare un sorrisino ogni tanto! -.-


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: sevy su 29 Aprile 2012, 10:44:00 am
Secondo me, come avete detto quasi tutti, Piton non può essere definito né santo né canaglia.
Io ritengo che sia uno degli uomini migliori che siano esistiti (nel libro), provato a tal punto da tutte le situazioni della sua vita che non poteva non esserne schiacciato. Tuttavia ha reagito bene e è sempre stato dalla parte di Harry. Il pentimento successivo ben ripaga qualsiasi tipo di errore egli abbia fatto: e detto onestamente, certo che non si è comportato bene con Harry, e certo che ciò era sbagliato, ma non è che Harry si sia comportato molto meglio con lui.
Definirlo santo sarebbe quasi un ossimoro: è un uomo meraviglioso, ma un uomo che ha sbagliato, e un uomo che odierebbe sentirsi definire tale. Per cui, anche in rispetto a lui, dirò che no, non potrebbe mai essere definito come santo; ma neppure come canaglia (se non nel senso affettivo del termine). Piton è stata una persona fondamentalmente buona, che la vita ha cercato di fare annegare nel vortice delle difficoltà, ma che ha saputo, in qualche modo, attaccarsi con una mano ad una riva e fare fronte a tutto, pur vacillando ogni tanto.
Il fatto che sia diventato Mangiamorte era quasi una rezione naturale: dopo che suo padre (Babbano) aveva trattato male sua madre, strega, tutta la vita, è ovvio che provasse risentimento! E le cose non sono andate meglio quando i Malandrini, per il semplice fatto che era Serpeverde ed era più debole, lo hanno costantemente attaccato. Ora, come reagirebbe una persona qualsiasi? Cercando di ripararsi e andare dall’altra parte. Di certo non ti metti dalla stessa parte di coloro che ti hanno attaccato per tutta la vita, no?
Per quanto riguarda Silente, penso che ucciderlo sia stata l’azione che più gli è costata in tutta la sua vita, e per questo gli rendo onore. Se mi dovessi trovare nella situazione di Silente, penso che sarei eternamente grata di poter trovare una persona di cui fidarmi così ciecamente da potergli chiedere questo grande, grandissimo sacrificio.
L’unica cosa è che non ha mai saputo abbandonare il dolore, non ha mai saputo staccarsi dal passato... ma non aveva neppure qualcuno che gli insegnasse a farlo. No, Piton non è un santo, ma tremo ogni volta che lo sento definire canaglia. Era un uomo, un grande uomo.


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: LoonyMalfoy su 02 Giugno 2013, 09:41:00 pm
Santo assolutamente uu forse più in là vi spiegherò perché... ora ho sonno!


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: Fer su 24 Marzo 2015, 12:02:03 pm
E' uno dei miei personaggi preferiti e lo trovo anche ben costruito dalla Rowling.
Non lo definirei nè santo nè canaglia perchè comunque si è rivelato una buona persona pronta anche a aiutare Harry, ma la sua parte da CATTIVELLO l'ha fatta  :bounce:

Always


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: Maggydrake su 26 Marzo 2015, 08:32:24 pm
Non lo so e-e è vero che ha avuto un brutto passato e tutto, però allora anche Harry ne ha passate tante, eppure non ha mai trattato male nessuno. Non lo so mi sembra esagerato che Piton per tutto il tempo abbia odiato così Harry e non abbia mai manifestato i suoi veri sentimenti.. non mi piace come persona. Che poi abbia fatto delle cose buone è indubbio, senza il suo aiuto chissà dove sarebbe Harry adesso u-u


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: Giusyt su 27 Marzo 2015, 01:51:10 pm
Io credo che Piton sia stato coraggioso.... per me è stato davvero il personaggio che mi ha colpito di più e forse sotto certi versi era quello più enigmatico.... nei primi film credo che tutti l'abbiamo odiato ma poi andando a vanti conoscendo la sua storia, almeno io non potevo non amarlo.... quindi per me Piton è un Santo!!!!!!!!  *.* *.* *.* *.* *.* *.* *.*


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: NAGINI03 su 30 Marzo 2015, 09:38:49 pm
Secondo me lo possiamo proclamare Santo

Woldy


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: Maggydrake su 06 Novembre 2018, 05:36:15 pm
Gente vorrei riportare un attimo su questo topic, ieri facevo una discussione con un amico proprio su questo argomento, che ne pensate di Piton lo vedete più buono o più cattivo? Io che avevo già commentato sono sempre dello stesso avviso.
E' indubbio che ne abbia passate tante, che abbia fatto le scelte sbagliate e sia tornato sui suoi passi, e sono la prima ad amare i personaggi che cercano di rimediare ai propri errori, ma nonostante tutto dopo aver capito i suoi errori ha fatto anche tante cose che poteva evitare, rendendosi veramente odioso a-a non riesco proprio a vederlo come una brava persona, anche se non è cattivo.
E' ovvio però anche che senza di lui non se ne sarebbe fatta di nulla e ciao ciao Harry xD quindi, uscitemi qualche altro parere dai voglio approfondire!


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: SARAH su 06 Novembre 2018, 06:14:08 pm
Piton è uno dei miei personaggi preferiti di tutta la saga: è un uomo coraggiosissimo e disposto a rovinare la sua reputazione pur di salvare il mondo magico *.*
Senza dubbio ha fatto cose sbagliate ma è giusto dato che tutti lo fanno, e io lo ammiro molto  :panda:


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: Hermione Jane Granger su 07 Novembre 2018, 12:26:06 am
Uuuh, avete fatto bene a riaprire questa discussione (che credevo di aver già commentato, e invece no XD)!
Per quanto mi riguarda, sono molto perplessa quando sento le persone etichettare Piton come un "santo" o un "eroe", perché non penso sia nessuna di queste due cose. Non penso nemmeno che sia un malvagio, ma che (come tutti i personaggi di HP, e questa secondo me è quello che li rende così interessanti e rilevanti per la letteratura) faccia parte di uno spettro che va dal bene al male e che ha tanti livelli, tante zone di grigio.
Se dovessi scegliere la parte dello spettro da cui pende Piton, di certo non propenderei per il bene.
Ha fatto tante cose coraggiose e degne di nota, ha delle qualità innegabili, talenti e punti di forza. E' anche innegabile che arrivi da un passato molto difficile che l'ha probabilmente "inasprito"... e qui arriva il mio grande MA. Perché un uomo come Piton, che sa benissimo cosa sia il bullismo, cosa si provi ad essere presi di mira, che ha conosciuto l'offesa e l'umiliazione, aveva il potenziale, in quanto insegnante, di rendere le cose migliori per quelli che sono venuti dopo di lui . E invece è diventato un bullo lui stesso, prendendosela con gli studenti e redendo la loro vita un inferno. Anche potendogli "perdonare" il comportamento che adotta con Harry adducendo come scusa la somiglianza con James (cosa che io personalmente non faccio), non ci scordiamo che il molliccio di Neville al terzo anno era Piton. Ragazzi, il suo molliccio! La sua paura più profonda era proprio Piton, e parliamo di un ragazzo con i genitori al San Mungo, torturati da un Mangiamorte. Boh, sta cosa a me fa venire i brividi. Per non parlare dei commenti cattivi su Hermione, sulla sua propensione allo studio e perfino sul suo aspetto, anche questi, totalmente non giustificati e imperdonabili, dal mio punto di vista.
Poi appunto, nessuno nega che abbia giocato una parte delicata ed essenziale e che l'abbia giocata bene, e che questo gli abbia richiesto coraggio, sangue freddo, tenacia e anche una certa dose di altruismo.
Ma il bullismo coi ragazzini anche no.


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: Maggydrake su 07 Novembre 2018, 06:04:22 pm
Brava questo punto mi piace moltissimo :O hai centrato ciò che intendevo senza sapere di intenderlo u-u


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: CloakJinx159 su 07 Novembre 2018, 10:46:40 pm
Io sono un po' indeciso su Severus. Da un lato lo giustifico e lo comprendo, dall'altro lo accuso e lo condanno (e qui mi trovo perfettamente d'accordo con Maggy ed Herm).

Nessuno di noi (spero) sa come ci si può sentire a dover vivere le sue sofferenze. Una famiglia non unita e totalmente indifferente al figlio, niente amici, parecchi nemici... la solitudine è devastante e non tutti riescono a reagire nel modo migliore.
La sua vita è stata davvero uno schifo totale! E' davvero difficile immaginare di riuscire a vivere in una situazione del genere... cioè o vai in depressione o reagisci brutalmente.

Però lui un'amica ce l'aveva ed era davvero affezionata a lui. Perché lasciarla andare così, allora? Perhé preferire Voldemort a lei? Se la amava veramente, non l'avrebbe offesa chiamandola Mezzosangue, è davvero bizzarro il suo modo di dimostrare il suo amore.
Per giunta non è stato il solo a vivere in una situazione difficile. Silente ha avuto un passato molto simile a quello di Piton e anche Voldemort stesso... loro si somigliano su questo. Ma da qui in poi ci sono differenze abissali.
"Sono le scelte che facciamo che ci dicono chi siamo, molto più delle nostre capacità". Voldemort ha deciso di agire totalmente nel male, Silente ha preferito rimediare ai suoi errori e dedicare tutta la sua vita per far sì che la sua storia non si ripetesse con qualcun'antro. Piton che ha fatto?
Scusate, uso un'altra citazione di Albus: "Vuoi la mia parola, Severus, che non rivelerò mai la parte migliore di te?" ... che mossa davvero furba!
Ed è qui che io non riesco a vederlo come un eroe o un santo. Le cose si possono fare in infiniti modi. Lui ha scelto l'arroganza, la saccenza e la vendetta... ma la vendetta su di chi, se lui stesso era allegramente schierato con l'assassino della persona che amava?

Se devo fare un paragone, per me Silente ha dedicato tutto sé stesso, non Piton. In un certo sento, Piton se l'è un po' cercata. A pensarci bene, tutto dipendeva dalle sue scelte e (per quanto l'idea è davvero... emh... strana :shock:) probabilmente avrebbe anche potuto rendere Harry suo figlio e non il figlio del tanto odiato James.


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: Maggydrake su 08 Novembre 2018, 05:37:26 pm
Eh si sono d'accordo! Poteva anche crescere lui Harry come voleva alla fine cioè xD era un bambino di 11 anni! E invece ha riversato su di lui solo odio. D'accordo che somiglia a James ma non è lui a-a dare la colpa a qualcuno per le cose fatte dal genitore (quando poi era solo uno stupido adolescente..) è proprio meschino a-a no non lo capisco Piton..


Titolo: Re: Piton, Santo o Canaglia?
Post di: Yuuki su 11 Novembre 2018, 07:43:43 pm
Non ho mai amato il personaggio di Piton, penso che l'ho odiato come pochi nella saga, penso anche più di Voldemort, secondo solo alla Dolores Umbridge. Questo perché, benché Harry non avesse colpe, o anche Neville, ha scaricato i suoi problemi e i suoi tormenti su dei ragazzini di 11 anni tormentandoli per tutto il periodo o quasi scolastico. La giustificazione che anche Harry non fosse un santo con lui, non lo metto in discussione, ma non regge essendo lui un adolescente e Severus un adulto che tecnicamente dovrebbe sapersi comportare e reagire senza fare il bulletto di turno. Avrà anche sacrificato la sua vita per salvaguardare quella di Harry, ma ricordiamo che l'ha fatto solo per Lilly, la ragazza che 'amava', anche se per me più che amore era tutt'altro essendo stata lei la prima a mostrarsi gentile con lui, ma comunque questo è un altro discorso. Non penso che una sola azione buona possa del tutto far perdonare tutti gli altri sbagli, anche perché diciamocelo non è che si sia impegnato o abbia provato a cambiare, ma tutt'altro, basti vedere come reagisce con Lupin quando non ottiene quel che vuole, cioè la sua vendetta contro i Malandrini.