GiratempoWeb Forum

Harry Potter => Harry Potter e i Doni della Morte => Topic iniziato da: Lollelo su 19 Marzo 2010, 03:33:29 pm



Titolo: Grindewald Un uomo e mago pentito ?
Post di: Lollelo su 19 Marzo 2010, 03:33:29 pm
Come avete notato nel settimo libro si parla anche di Grindelwald il secondo mago oscuro,di tutti i tempi spietato forse come voldemort.Nel 7 libro la Rowling ci racconta che quando voldemort va a trovarlo nella cella di numengard per chiedergli che fine avesse fatto la bacchetta di sambuco,grindelwald non volle rispondergli  .secondo voi questo suo modo di fare fu la dimostrazione del suo pentimento?
a voi le risposte

Io personalmente penso che Non gli rispose per difendere Silente. Lo amava, anche se nel libro non può sembrare chiaro... per questo cerca di lasciarlo fuori dai guai. Sa che Silente aveva ragione, e in effetti si pente di come si è comportato da ragazzo. Muore per Albus, per ripagarlo di un omicidio che potrebbe benissimo aver compiuto lui stesso, della sorella Ariana.
E Voi Che ne pensate?


Titolo: Re: Grindewald Un uomo e mago pentito ?
Post di: Alexia su 19 Marzo 2010, 05:29:49 pm
Be io sono daccordo con te! Non credo l'avesse fatto per pentimento... ma credo che abbia fatto come se stesse ricambiando il favore a Silente...


Titolo: Re: Grindewald Un uomo e mago pentito ?
Post di: NightMagic191 su 17 Gennaio 2017, 02:53:03 pm
E se invece lo avesse fatto per "invidia" verso Voldemort? In fin dei conti si tratta pur sempre di un rivale!
Non penso sia solo rimorso nei confronti di Silente... Lo stesso Grindelwald non ha badato a spese quando si è trattato di eliminare gli scomodi, anche sapendo che avrebbe causato un gran male a chi amava... In più, la Rowling ha spiegato come Gellert sia sempre stato un gran manipolatore, e credo che non gli ci sia voluto molto per fare breccia nelle consapevolezze del giovane Albus: in breve tempo lo ha abbindolato, portandolo addirittura a non voler capire la gravità del piano di Grindelwald, finché non si è reso conto di quello che gli stava succedendo.


Titolo: Re: Grindewald Un uomo e mago pentito ?
Post di: Hermione Jane Granger su 12 Aprile 2017, 02:07:00 pm
Night, come al solito dai da riflettere :uhuh:
In ogni caso, sia stato per invidia, pentimento o chissà che altro, non ha voluto rendere a Voldemort le cose facili. Potrebbe anche essere stato un "Io ho dovuto faticare per raggiungere il potere supremo, non darò una mano a te, pivellino, a diventare più grande di me con il mio aiuto" :uhuh:


Titolo: Re: Grindewald Un uomo e mago pentito ?
Post di: Danieruson019 su 02 Giugno 2017, 11:56:13 am
Anch'io sono d'accordo


Titolo: Re: Grindewald Un uomo e mago pentito ?
Post di: CloakHood159 su 19 Giugno 2017, 09:16:31 pm
Premettendo che preferirei che scriveste un po' di più di un semplice "anche io sono d'accordo", direi che anche secondo me si tratta più di invidia, o meglio, di competizione, nei confronti di Voldemort.
In fin dei conti, la sua era (scusate il gioco di parole) era terminata da poco e essere rimpiazzato così brevemente da un altro mago...

Per di più, aiutare è un atto caritatevole che di certo i maghi oscuri non fanno. xD
Non escludo del tutto, comunque, che sia stato pentimento, ovvero, lo spero... tant'è che nel libro è scritto che si diceva che si fosse pentito, ma non possiamo esserne del tutto certi.


Titolo: Re: Grindewald Un uomo e mago pentito ?
Post di: Hermione Jane Granger su 19 Giugno 2017, 11:00:36 pm
Quanto sei severo, Cloakkino  :razz:
Lo sai come vanno le cose, sono nuovi, inesperti, vogliono essere smistati e devono fare dieci post e questo porta inevitabilmente all'agghiacciante "sono d'accordo" scritto in diecimila topic diversi :rotolo:

Comunque, evitando di andare OT, avevo scritto anche io che secondo me è una questione di competizione. Effettivamente, come hai scritto l'era di Grindelwald era terminata da poco, magari pensava che la comunità magica non si sarebbe ripresa più... e invece di colpo è diventato non dico anticaglia, ma quasi :uhuh: povero Grindy :rotolo:
Potrebbe essere stato un miscuglio di tutte queste cose insieme, un po' pentimento, un po' invidia, un po' (forse) dell'ancora antico e celato affetto per Silente (?)... gli esseri umani sono così sfaccettati, quando compiono un'azione raramente sono mossi da un solo obiettivo/sentimento, anche se chiaramente uno predomina sugli altri.


Titolo: Re: Grindewald Un uomo e mago pentito ?
Post di: NightMagic191 su 27 Giugno 2017, 05:32:39 pm
Io onestamente ho avuto una specie di "sospetto" riguardo Grindelwald e Silente... la cosa è spuntata fuori leggendo lo screenplay di Animali Fantastici e Dove Trovarli.
In spoiler troverete il testo (parziale) a cui mi riferisco, che potete comunque consultare a pag. 171 del suddetto...
Vi invito a leggerlo non come un "replay" del film, ma come analisi del comportamento di Grindelwald e della reazione che suscita nelle persone, specie in quelle che hanno più bisogno di attenzioni.
Per evitare di "contaminare" le vostre opinioni, scriverò la mia tra qualche post ;)
GRAVES: Hai trovato il bambino?
CREDENCE: Non ci riesco.
Graves, impaziente ma fingendosi calmo, tende la mano, mostrandosi di colpo dolce, affettuoso.

GRAVES: Fammi vedere.
Credence geme e si sottrae, quasi si allontana. Graves gli prende delicatamente la mano, la posa sulla sua e la osserva (...)

Graves, quasi seduttivo, passa il pollice sulle ferite, guarendole immediatamente. Affettando sincerità e affidabilità, tira fuori dalla tasca una catenina cui è appeso il simbolo dei Doni della Morte.

GRAVES: Voglio che tu abbia questo, Credence. Lo affiderei a pochissimi.
Graves si avvicina e mette la catenina al collo di Credence, sussurrando.

GRAVES: Pochissimi.
Graves gli prende il collo fra le mani e tira Credence verso di sé, parlando in tono intimo, a fior di labbra.

GRAVES: Ma tu... tu sei diverso.
Credence è incerto: il comportamento di Graves lo turba e insieme lo attrae.
Graves gli posa la mano sopra il cuore, coprendolo con il ciondolo.


GRAVES: E quando lo troverai, tocca il simbolo e io capirò. E arriverò da te.
Graves si avvicina a Credence ancora di più e, sussurrando, quasi gli sfiora il collo con il viso, con un effetto al tempo stesso seducente e minaccioso.

GRAVES: Tu fallo e verrai ricoperto di onori. Fra i maghi. Per sempre.

Graves stringe a sé Credence mettendogli la mano dietro la nuca, in un abbraccio che pare esprimere dominio, più che affetto. Credence, sopraffatto dall'apparente tenerezza, chiude gli occhi e si rilassa un po'.
Graves retrocede lentamente, accarezzandolo sul collo. Credence tiene gli occhi chiusi: vorrebbe che il contatto umano si prolungasse.


(...)




Titolo: Re: Grindewald Un uomo e mago pentito ?
Post di: Hermione Jane Granger su 01 Luglio 2017, 10:55:26 pm
Allora, che Silente fosse omosessuale e innamorato di Grindelwald si sa...
Intendi che Grindelwald abbia sfruttato grandemente questa cosa per coinvolgerlo nei suoi piani? Sicuramente è un grande manipolatore.... o suggerisci che forse Grindelwald ricambiasse i suoi sentimenti e i due abbiano avuto una relazione? Non so, la tua domanda era piuttosto generale :rotolo:


Titolo: Re: Grindewald Un uomo e mago pentito ?
Post di: Maggydrake su 02 Luglio 2017, 01:00:56 pm
A me non fa venire in mente niente di particolare o-o comunque ora non ricordo esattamente la faccenda di Grindelwald, era scritto da qualche parte che si era pentito no? Però non ricordo dove e chi lo dicesse.. Sinceramente io non avrei detto niente a Voldemort per principio, perchè avrebbe dovuto dirglielo? Ci sono mille motivi per non dirglielo e neanche uno per aiutarlo secondo me xD ok che più o meno Voldemort aveva il suo stesso obbiettivo.. però chi vuole il potere lo vuole per sé non è che gli piaccia passarlo a qualcun altro : P